Corona virus: assistenza psicologica ai malati oncologici.

La malattia oncologica stravolge la vita completamente. Paura del futuro, degli effetti collaterali delle terapie e di tutto quello che comporta un “brutto male”. Ansia e Panico sono quasi scontati. Ma in un periodo di pandemia, cosa può succede a chi è ammalato?. Ecco perchè è necessaria un’assistenza psicologica ai malati oncologici.

Questo articolo è stato scritto per la rivista online della Casa di Cura San Pio X – Humanitas (Milano). Affronto il tema del rapporto tra malattia oncologia e la paura della pandemia. Abbiamo offerto assistenza psicologica ai malati oncologici per supportarli in questo difficile momento.

Vi invito a leggere l’articolo completo sul sito di Humanitas San Pio X dove lavoro come psichiatra presso il Centro di Medicina Personalizzata per i Disturbi d’Ansia e di Panico.

Corona virus e Malattia Oncologica. In prima linea nell’assistenza ai malati oncologici. Ecco la prima parte dell’articolo:

“L’emergenza sanitaria ha contribuito ad aumentare timori e paure di pazienti già fragili, come i malati oncologici.

Alle preoccupazioni per la propria salute dovute alla malattia oncologica, si aggiungono anche quelle per il coronavirus.

Nell’ambito delle cure oncologiche di questi pazienti, la dott.ssa Simona Castiglioni, responsabile del servizio di Radioterapiae il dott. Paolo Montanaro, responsabile dell’Unità Operativa di Oncologiainsieme al Prof. Giampaolo Perna e al dott. Francesco Cuniberti, psichiatri del Centro per i disturbi di ansia e panico e alla dott.ssa Nadia Zambelli, psico-oncologa di Humanitas San Pio X.

Tutti sono in prima linea fin dall’inizio dell’emergenza per garantire il supporto psicologico ai malati oncologici come parte integrante della terapia contro il tumore.

Coronavirus: così cambia l’assistenza psicologica ai malati oncologici

«Fin dall’inizio dell’emergenza sanitaria – dicono gli esperti -, il servizio di supporto psicologico al malato oncologico è stato riorganizzato per rispettare le misure di prevenzione e contenimento della diffusione del virus.

Pertanto, per evitare, quando possibile, che i pazienti oncologici venissero in ospedale, abbiamo attivato da subito, su richiesta e in collaborazione con il servizio di Radioterapia, nuove modalità di supporto psicologico, con colloqui telefonici o video-colloqui allo scopo di garantire la continuità delle cure.

Invece, per quei malati in trattamento chemioterapico che devono venire in ospedale, il supporto psicologico è stato garantito in sede presso il Day Hospital oncologico, ma è cambiato il modo di comunicare con i pazienti.

In entrambi i casi, da una parte distanza di sicurezza, uso dei dispositivi di protezione individuale, e mascherina, e dall’altra il telefono o il video colloquio ci hanno posti di fronte alla necessità di privilegiare la parola come mezzo per esprimere supporto, trasmettere sicurezza e rassicurare, accogliere il disagio e gestire le emozioni».”

Francesco Cuniberti

Francesco Cuniberti

Medico Psichiatra

Sono uno Medico specializzato in Psichiatria nel Dipartimento di Neuroscienze “Rita Levi Montalcini” a Torino.

Lavoro nel team guidato dal Prof. Giampaolo Perna come Assistente alla Ricerca presso il Dipartimento di Scienze Biomediche – Humanitas University a Milano e come psichiatra clinico nel “Centro di Medicina Personalizzata sui Disturbi d’Ansia e di Panico” presso la Casa di Cura San Pio X Humanitas a MilanoInoltre, sono Assistente alla Ricerca presso il Dipartimento di Neuroscienze Cliniche presso la Casa di Cura Villa San Benedetto Menni – Suore Ospedaliere a Como.

Mi occupo principalmente di Disturbi d’ansia, di Panico e di Depressione